Comunicato Stampa: Firmato per la prima volta a Verona l’Accordo di consulenza tecnico-scientifica per la redazione dei Bilanci Sociali tra il Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università di Verona ed enti del terzo settore grazie all’Associazione Diocesana delle Opere Assistenziali.

 
 

Download Comunicato Stampa in PDF

L’Associazione Diocesana delle Opere Assistenziali (ADOA), coordina l’azione caritativa di Enti, Istituti religiosi ed organizzazioni di origine ecclesiale o direttamente collegati con gli organismi ecclesiali del territorio della Diocesi di Verona con particolare riferimento agli Enti che si prendono cura della persona anziana, diversamente abile, con disturbi psichici o in condizioni di solitudine.

L’attenzione al dinamico intreccio tra cura della persona e buona organizzazione ha condotto ADOA a sviluppare percorsi di miglioramento continuo e formazione di prim’ordine: per tale motivo ha cercato e trovato, fin dal 2014, la partnership dell’Ateneo Veronese.

Tale partnership ha dato vita a diversi tavoli di confronto e approfondimento tecnico, uno dei quali, nel 2018, ha portato alla sottoscrizione di un Accordo Quadro di Ricerca quinquennale con il Dipartimento di Economia Aziendale dell’Ateneo Veronese.

Nell’alveo di tale accordo si sono sviluppati diversi progetti, uno dei quali ha consentito la costituzione di una commissione di studio degli impatti della riforma del Terzo Settore sugli Enti che operano in questo comparto strategico.

L’obbligo di redazione dei bilanci sociali introdotto dalla Riforma del Terzo Settore è, quindi, divenuto un’opportunità che gli Enti aderenti ad ADOA hanno colto per iniziare un percorso comune di confronto, valutazione e riqualificazione della propria mission e degli impatti che i propri servizi e la propria presenza hanno sugli stakeholders e sulla società civile.

Da parte sua, il Dipartimento di Economia Aziendale – nella sua attività istituzionale di ricerca, formazione e trasmissione del sapere – ha viva attenzione per le realtà sociali e sanitarie del terzo settore, oggetto di studio di grande interesse scientifico e manageriale, tanto da mettersi a disposizione per strutturare un percorso ad hoc per consentire la redazione e la stesura di bilanci sociali per gli Enti Adoa e per la stessa Adoa.

 

Il progetto di supporto tecnico scientifico sarà presentato in Vescovado giovedì 24 ottobre pv alle ore 11:30 da Giorgio Mion, professore associato di Economia Aziendale, presidente del collegio didattico di Management e Strategie d’Impresa, direttore Corso di Perfezionamento in Etica d’impresa “Giorgio Zanotto”, direttore Corso di Aggiornamento in Management dei sistemi per i servizi sociali e sociosanitari e dal Presidente di ADOA, mons. Roberto Campostrini, nonché dal direttore del Dipartimento di Economia Aziendale, prof. Federico Brunetti.

 

La prima esperienza in Italia del percorso di rendicontazione etico-sociale – che avrà inizio nel mese di novembre p.v. e si concluderà tra marzo ed aprile del 2020 – ha visto l’adesione di un primo gruppo di soggetti, tra i quali enti religiosi, istituti ecclesiastici riconosciuti, associazioni, fondazione ed enti del terzo settore veronese come: la Provincia d’Italia Santa Maddalena di Canossa, l’Area Disabilità del Don Calabria (compreso il Presidio Extraospedaliero di Verona e i Centri di Ferrara e Roma), la Fondazione Marangoni di Colognola ai Colli, la Residenza San Giuseppe Onlus di San Martino Buon Albergo, la Fondazione Gobetti di San Pietro di Morubio, la Fondazione Villa Serena di Bardolino, la Fondazione Corte Palazzo di Peschiera, la Associazione Piccola Fraternità di Porto di Legnago, la Piccola Fraternità di Dossobuono, la Piccola Fraternità della Lessinia e la Piccola Fraternità di Isola della Scala.

L’attuazione del percorso è stato affidato, per ADOA, al Segretario Generale l’avv. Tomas Chiaramonte e per il Dipartimento di Economia Aziendale, al prof. Giorgio Mion.

 

In occasione della firma, il 24 ottobre pv alle ore 11.30, l’accordo di collaborazione scientifica sarà presentato agli organi di stampa presso il Vescovado di Verona.