Adoa pronta a partire

 

“L’ADOA oggi è pronta a partire, con tutta una serie di stimoli e di attese che la rendono improvvisamente grande, mi sembra di poter dire che si vede che ha già alcuni anni di vita.”

Adoa oggi si presenta come

 Una necessità: sembra che l’associazione sia esigita da una serie di necessità che oggi interrogano il mondo del sociale attento alla persona. Ci basti pensare tra tutte le preoccupazioni: la situazione di “crisi” economica e valoriale che ci richiede di essere sempre più presenti in sinergia sul territorio e con il territorio

Una possibilità: legate alle necessità, ci sono le possibilità, ADOA ad esempio può aiutarci ad approfondire tematiche e problemi a lungo termine in modo libero e affidarle già elaborate alle strutture. E in particolare può dare una dimensione che nella sinergia diventi ricchezza sul territorio e forza per rispondere in modo equilibrato alle esigenze superando quella concorrenzialità che talvolta provoca problemi e risposte non idonee o quanto meno non complete.

Un riferimento: Un riferimento per le strutture che fanno parte dell’Associazione ma anche per gli enti territoriali che devono sapere di incontrare in ADOA un partner significativo in grado di collaborare, di confrontare problematiche, di proporre soluzioni e piani strategici capaci di coinvolgere molte strutture diocesane e parrocchiali territorialmente ben ramificate.

Estratto della relazione di Mons Giampietro Fasani al Convegno del 26 ottobre 2013

Per Approfondimenti

Sono disponibili i seguenti documenti in formato testo

Avv. Dalla Mura – il quadro normativo e le possibili soluzioni strategiche – 26 ottobre 2013

Relazione Mons. Fasani – 26 ottobre 2013

Sono a disposizione nel sito anche i video degli interventi.

Relazione di Mons. Merisi

Relazione di Mons. Fasani

Relazione Avv. Dalla Mura

Conclusioni Dott. Girardo